Ad un’ignota

“Tutto ignoro di te: nome, cognome, l’occhio, il sorriso, la parola, il gesto.

E sapere non voglio, e non ho chiesto il colore nemmen delle tue chiome.

Ma so che vivi nel silenzio.

Come care ti sono le mie rime.

Questo ti fa sorella nel mio sogno mesto, o amica senza volto e senza nome.

Fuori del sogno fatto di rimpianto forse non mai, non mai c’incontreremo, forse non ti vedrò, non mi vedrai.

Ma più di quella che ci siede accanto cara è l’amica che non mai vedremo.

Supremo è il bene che non giunge mai!”

Guido Gozzano

Dipinto di Vladimir Volegov

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...