Guardarsi con occhi più benevoli

“Forse ti è facile comprendere come l’espressione sempre più utilizzata in ambito psicologico: ‘Noi siamo quello che pensiamo di essere’, altro non vuol dire che noi in verità, siamo il frutto di ciò che ci hanno fatto credere di essere.

Molte delle nostre sofferenze e dei nostri problemi derivano dal fatto che ci identifichiamo con i nostri pensieri, crediamo erroneamente di essere i nostri pensieri e fino a quando non ci convinceremo che alcuni pensieri non sono nostri continueremo a soffrire.

Fortunatamente, anche se nella vita le cose non sono andate molto bene, è possibile imparare ad amarsi ma soprattutto imparare a guardarsi con occhi più benevoli.

Possiamo lavorare sulla nostra autostima per alimentarla e superare i nostri condizionamenti.

Spesso però continuiamo a scegliere modelli di vita simili a quelli che abbiamo sperimentato nel passato e manteniamo il nostro inconscio in un perenne stato di ‘necessità’ come se tutto dipendesse dall’esterno.

In realtà non è così, questa è una trappola emotiva, perché il nostro benessere non può dipendere solo dall’esterno.

Per comprendere che gran parte del nostro benessere viene dall’interno di noi stessi, dobbiamo riacquistare la capacità critica della nostra mente e comprendere che abbiamo diritto al cambiamento e che ognuno di noi è un essere in evoluzione…”

Anna Maria Pisanello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...