Le parti della vita

“I 180 gradi del ciclo della nostra vita si suddividono in quattro parti.

Il primo quarto, a oriente, è l’infanzia; è uno stato senza problemi durante il quale noi siamo problemi per gli altri, ma non abbiamo ancora coscienza dei nostri problemi.

La coscienza dei problemi si estende al secondo e al terzo quarto; e nell’ultimo quarto, costituito dalla vecchiaia, noi ritorniamo in quelle condizioni in cui, senza preoccuparci della disposizione della nostra coscienza, diveniamo nuovamente un problema per gli altri.

L’infanzia e la vecchiaia sono indubbiamente assai diverse; ma hanno in comune il fatto d’essere immerse entrambe nell’inconscio psichico.

Poiché il fanciullo si sviluppa uscendo dall’inconscio, la sua psicologia, per quanto difficile, è sempre meno difficile della psicologia del vecchio, che rientra a poco a poco nell’inconscio, ove alla fine sparisce.

L’infanzia e la vecchiaia sono le due età della vita che non presentano problemi: è per questo che qui non le ho considerate.»

Carl Gustav Jung

Tratto da “Gli Stadi della Vita”

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...